Valeria Saracco | weekend
1081
archive,tag,tag-weekend,tag-1081,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

A poche ore da Torino si raggiunge Ginevra attraverso il traforo del Monte Bianco e si arriva nel centro delle attività internazionali. A sole tre ore da Parigi situata nell'angolo sud-est della Svizzera, Ginevra è circondata dal territorio francese. La sua posizione, sulla riva del Lago Lemano, tra le Alpi e le montagne della Giura, vicino alle piste da sci e a pochi chilometri dai vigneti sulle colline di Lavaux. Puoi trovare dalle spa ai borghi antichi. Ginevra è piccola e facilmente esplorabile a piedi. Il clima è mite ed è piacevole “stare”. 

Un weekend di agosto diverso dal solito. Sono solita festeggiare il 15 agosto, ma quest’anno ho potuto conoscere una festa diversa dalle mie: Il 1° agosto. In Svizzera è la festa Nazionale, una grande ricorrenza che ricorda la nascita della Confederazione Elvetica del 1891 e il giuramento del ‘praticello’ del 1291, i rappresentanti dei tre Cantoni di Uri, Svitto e Untervaldo si riunirono sul Grütli, un terreno prativo soprastante il lago dei quattro Cantoni, giurando di prestarsi reciproco aiuto e di respingere eventuali aggressioni. Ogni Cantone festeggia con celebrazioni e discorsi politici e di alte autorità. Ma quando scende la sera tutti gli svizzeri accendono i falò, i paesi si colorano di rosso per la festa, i cieli si ricoprono di fuochi artificiali e i pasti tradizionali rivestono le tavole.

Il mio soggiorno ad Amsterdam di qualche mese fa è iniziato in modo folkloristico, dopo aver letto l'oroscopo di Rob Brezny, ho deciso di partire. Il senso del messaggio premonitore raccontava di Rembrandt -pittore olandese- nato sotto il segno del Cancro,  uno dei più grandi pittori del mondo.
"Fui pronto a tutte le partenze anche quando un viaggio non era altro che la via di un non ritorno...un cofano di automobile o una vela, rapita ad un viaggio inammissibile. Verso Itaca, domando, e l'arresa alla grande illusione o è la ballata più struggente della vita impossibile?"

Spesso sono le persone che fanno i luoghi più che i luoghi stessi: come li vivi, chi incontri e l'atmosfera che ti ha accolto. L'umore fa la vera differenza nei viaggi così come nelle esplorazioni culinarie.Il giudizio di una cittá o di un ristorante é spesso soggettivo e varia a seconda di moltissime variabili.

In queste vacanze se non volete emigrare in posti esotici, volete rimanere nei paraggi della vostra città se abitate in Piemonte, o se invece avete deciso di venire in una delle regioni più in crescita a livello turistico negli ultimi anni e visitare le valli sabaude, vi posso consigliare un itinerario interessante e per nulla scontato. Le valli del Monferrato sono una sorpresa culturale e gastronomica.