Valeria Saracco | Viaggi
1065
archive,tag,tag-viaggi,tag-1065,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

A poche ore da Torino si raggiunge Ginevra attraverso il traforo del Monte Bianco e si arriva nel centro delle attività internazionali. A sole tre ore da Parigi situata nell'angolo sud-est della Svizzera, Ginevra è circondata dal territorio francese. La sua posizione, sulla riva del Lago Lemano, tra le Alpi e le montagne della Giura, vicino alle piste da sci e a pochi chilometri dai vigneti sulle colline di Lavaux. Puoi trovare dalle spa ai borghi antichi. Ginevra è piccola e facilmente esplorabile a piedi. Il clima è mite ed è piacevole “stare”. 

Un weekend di agosto diverso dal solito. Sono solita festeggiare il 15 agosto, ma quest’anno ho potuto conoscere una festa diversa dalle mie: Il 1° agosto. In Svizzera è la festa Nazionale, una grande ricorrenza che ricorda la nascita della Confederazione Elvetica del 1891 e il giuramento del ‘praticello’ del 1291, i rappresentanti dei tre Cantoni di Uri, Svitto e Untervaldo si riunirono sul Grütli, un terreno prativo soprastante il lago dei quattro Cantoni, giurando di prestarsi reciproco aiuto e di respingere eventuali aggressioni. Ogni Cantone festeggia con celebrazioni e discorsi politici e di alte autorità. Ma quando scende la sera tutti gli svizzeri accendono i falò, i paesi si colorano di rosso per la festa, i cieli si ricoprono di fuochi artificiali e i pasti tradizionali rivestono le tavole.

Quando arriva il giorno del compleanno è sempre un momento in cui riflettere dove si è e come si vuole proseguire. Dieci anni fa ero in Africa sotto un baobab mangiando un'aragosta, quest'anno ho deciso di andare più vicino in Provenza a scoprire la fioritura della lavanda e a mangiare ostriche.  Una pianta e un cibo a scandire il mio tempo che passa.  Dopo aver finito di lavorare alle otto e mezza di sera, ho solo messo due cose in valigia e alle undici prima di dormire prenotavo 4 o 5 B&b a caso su Airbnb, aspettando la prima risposta, che non ha tardato ad arrivare. Destinazione Volx vicino a Manosque. Voilà les jeux sont fait. Marie ci ospiterà per una notte e noi speriamo di andare a scovare la tanta desiderata fioritura della lavanda.
Il mio soggiorno ad Amsterdam di qualche mese fa è iniziato in modo folkloristico, dopo aver letto l'oroscopo di Rob Brezny, ho deciso di partire. Il senso del messaggio premonitore raccontava di Rembrandt -pittore olandese- nato sotto il segno del Cancro,  uno dei più grandi pittori del mondo.