Valeria Saracco | Al Vicolo, Torino
598
post-template-default,single,single-post,postid-598,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Al Vicolo, Torino

Ieri sera ho avuto l’onore di essere invitata a cena dalla mia insegnante di alimentazione naturale della scuola di Naturopatia AEMETRA. Sì, studio naturopatia di notte per dare consigli appropriati sul cibo, lo confesso.
Mi ha portato a “Il Vicolo” che molti di voi conosceranno. Luisa Mondo oltre che essere vegetariana e vegana, è anche celiaca,che purtroppo non è una scelta, ma una condizione, ma nel suo mestiere aiuta. Credo che la vita non faccia mai nulla per caso e la sua è una missione grande. Epidemiologa con specializzazione in igiene e medicina preventiva, omeopata, membro del comitato medico scientifico vegetariani, 3 figli – Steven, Irene, Adele, 4 gatti, 1 cane, 2 tartarughe e pure un marito. Al Vicolo i celiaci possono mangiare, menù esclusivo per loro, con fornelli separati e pentole destinate. Al Vicolo fanno le cose per bene, sono gentili, in qualsiasi condizione tu venga loro sanno come accontentarti. Sono esperti in risotti e ce n’è per tutti i gusti, ma ci sono anche le crepes, e i secondi rustici.. Compagnie di amici in partenza da Porta Nuova, famiglie habitué del locale, coppiette sorridenti e amorevoli e quelle annoiate, uomini d’affari, tavolate di donne con valigie di segreti e aggiornamenti da raccontare. I miei commensali che mi raccontano perché hanno scelto di essere vegetariani, e questi bambini che da quando sono nati non hanno mai mangiato carne, nè tantomeno ne hanno il desiderio, la trovano una ‘cosa strana’ ‘mangiare animali morti’.‘Pensa’-dice Adele, 9 anni- ‘che in un ristorante c’era un pesce coperto dal ghiaccio con la bocca aperta e gli occhi grandi immobili e si vedevano i denti, in vetrina, mentre camminavi, si vedeva sulla strada che era morto’ con tutto il suo candore mi spiega i fondamenti della filosofia veg. Aggiunge la mamma: “nella nostra famiglia non si mangiano animali, per primo per una questione etica, per la condizione in cui vengono allevati e uccisi brutalmente; poi sociale, per le risorse sottratte al terzo mondo, e non ultimo, quella ambientale. Senza contare, aggiunge, che le carni sono piene di antibiotici e ne facciamo un uso spropositato. Forse si dovrebbe tornare come un tempo a mangiare la carne una volta a settimana”. Anche Steven 17 anni, seduto a fianco a me, frequenta la scuola di Arte Bianca, con il desiderio di lavorare nei Mulini e sceglie i piatti con consapevolezza sapendo ciò che vuole. E poi Irene, 11 anni, che con il suo sorriso si è mangiata mezzo kilo di gnocchi e mi dice con occhi spalancati: il seitan è buonissimo!!!
E loro sono tutti sorridenti, solidali fra loro e sono cresciuti senza pane e prosciutto, integrando la vitamina K con il peperoncino -lo mettiamo nel latte-ridono beffandosi di me. Adorano il Vicolo perché li fa sentire a casa, perché costa poco, in tutto abbiamo pagato 12 euro a testa, perché le porzioni del riso sono pantagrueliche, i condimenti sono molteplici e l’attenzione per i celiaci è rigorosa Perché gli gnocchi sono fatti in casa, genuini e sono diversi l’uno dall’altro. Insomma il Vicolo è da segnare sui preferiti, rapporto qualità prezzo molto buono e l’attenzione verso gli altri qui la fa da padrone. E io torno dai miei mici a coccolarmeli un po’.

Il Vicolo, via Melchiorre Gioia 3, tel: 011.535233
In questo sito troverete ristoranti per celiaci
http://www.aicpiemonte.it/ristoranti-pizzerie.html

3 Comments
  • pier paolo
    Posted at 08:58h, 13 Apr

    Sarà che ho fame, ma vien voglia di gnocchi…

  • federica
    Posted at 08:17h, 12 Mag

    Grazie per la dritta, Duecuorieunaforchetta! Siete diventati i miei… “consiglieri” di fiducia! A mia volta mi permetto di indicare a tutti i risotti saporiti de “Il vicolo “e la crepe dama, ottime consolazioni per corpo e anima anche per i lunedì più faticosi! ps. Date retta al personale e, se arrivate tardi come ho fatto io, scegliete una porzione piccola di risotto, o semmai dividetela con i vostri commensali! sono davvero pantagrueliche!!! grazie ancora Federica

  • luisa mondo
    Posted at 09:26h, 17 Mag

    io celiaca e vegana mi siedo da loro e mi sento a casa
    ne esco sempre contenta
    e lo stesso le persone che condividono i pranzi e le cene con me!

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.