Valeria Saracco | Fughe d’amore da Roletti in canavese.
2397
post-template-default,single,single-post,postid-2397,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Fughe d’amore da Roletti in canavese.

La Regina Margherita di Savoia arrivava fino nel centro di San Giorgio Canavese in carrozza per rifornirsi della pasticceria regale del pasticcere Pinot Rolet.

Mentre la Duchessa di Pistoia pare usasse come pretesto recarsi in questo luogo di prelibatezze per effettuare le sue fughe d’amore. Da qui nascono i ‘biscotti della Duchessa’

Ed è una fuga d’amore quella che consiglio di fare in autunno. Quando i camini si accendono, si soffia nelle mani per scaldare un po’ il cuore. Al centro di Questo paese non lontano da Torino esiste un luogo rinomato per i dolci, le paste e i panettoni.foto-1-1
Gia’ nel 1896 il principe Tommaso di Savoia concesse il diritto di fregiarsi dello stemma ducale quale suo fornitore, nel 1923 lo confermò la Regina e nel 1933 la Duchessa Lidia d’Arenberg ne aveva necessità personali, come già vi ho anticipato. E ancora oggi si dice che i biscotti raggiungano l’ Inghilterra per soddisfare i desideri della Regina Elisabetta.
foto-3-1
I biscotti ricordano la consistenza della meringa, fatti di zucchero, albume, cacao amaro in pasta e sciroppo di zucchero, farina di frumento e vanillina. L’impasto viene amalgamato e tirato sino a raggiungere forma e consistenza desiderata.
foto-1-2
Se prendete un caffè di sicuro troverete nel piattino questa delizia ad accompagnarlo. Invece se volte assaggiare qualcosa di veramente trasgressivo e goudurioso, non potete esimervi dal comprare il panettone d’autunno. Una delizia per il palato, con l’arancia candita, i marron glacés dentro e sopra, la pasta gialla friabile, leggera, poco zuccherata.
Vale la pena assaggiarne uno e sostituirlo con dieci panettoni commerciali.
foto-3-2
Una fuga d’amore per i sensi a trecentosessanta gradi. Una passeggiata poi nei dintorni presso il castello d’Aglié e una giornata normale si trasformerà in una parentesi regale.

Remember the name: Pasticeria Roletti, www.roletti1896.it

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.