Valeria Saracco | 2013 maggio
0
archive,date,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Succede che poco distante dalla tua città, ci siano quadrupedi pelosi con occhi grandi come due lune e nasi grandi a forma di cuscini spugnosi, che arrivano dalla Danimarca, piccole color champagne che producono un latte dolce di suo. Sono le mucche dell'azienda agricola e famigliare Fontanacervo di Villastellone.

Andare a Roma è sempre una vacanza, anche per poche ore. Fin da quando avevo 20 anni andavo nella capitale una volta al mese, facevo tre colazioni a base di cornetti, come si chiamano qui. La giornata iniziava molto tardi, cenavo da Oio a casa mia a Testaccio in cui facevo incetta di "coda alla vaccinara".