Valeria Saracco | 2012 dicembre
0
archive,date,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Tutti ormai parlano di lui come in un tam tam tra i maggior esperti di gastronomia locali. Escono recensioni e lui in sordina si costruisce la sua ottima reputazione nell'ambiente. Scabin lo ha già invitato a cena, la famiglia Grigliatti l'ha scovato, Sandra Salerno di Toccodizenzero è una cliente fissa e oramai una consulente di casa.

In queste vacanze se non volete emigrare in posti esotici, volete rimanere nei paraggi della vostra città se abitate in Piemonte, o se invece avete deciso di venire in una delle regioni più in crescita a livello turistico negli ultimi anni e visitare le valli sabaude, vi posso consigliare un itinerario interessante e per nulla scontato. Le valli del Monferrato sono una sorpresa culturale e gastronomica.

Potrei fare delle disquisizioni come si arriva alla fatidica festa di Natale, le ansie aumentano, le famiglie si riuniscono, le combinazioni del pranzo di Natale o della sera del 24 sono peggio delle combinazioni statistiche da campionato di matematica.

Secondo giorno a Merano. Dopo una golosissima colazione a Villa Tivoli fatta di pani preziosi di segale, integrali alle uvette e semi vari; marmellate e frutta di ogni genere e colore, zuccherata e spolverata di cannella; un caffè bollente e una cornice bianca da sogno con orchidee sui tavoli, ho fatto rifornimento calorico per far fronte all'esperienza alcolica della giornata.