Valeria Saracco | 2012 marzo
0
archive,date,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Tempo di crisi, difficile portare una donna a cena ? Non a Torino, una Mole Antonelliana sottosopra fa luce al piccolo antro, dei giovani (parliamo di nuovo di giovani, imprenditori) , sono riusciti ad inventarsi una formula ‘lowcost’ senza perdere però il piacere di cenare fuori. Innanzitutto il luogo: ho già un cedimento, chi non è innamorato di Piazzetta IV Marzo alzi la mano. Un luogo incantevole per passeggiare al tramonto tra le Porte Palatine, il Duomo, Piazza Palazzo di Città, dove le case si colorano di rosso e di...

Questa volta entriamo nel set di un film di Almodovar, colori forti, rosso, giallo, colori decisi ed estroversi, arredi particolari, il vecchio, il nuovo, il diverso.
Eccoci di nuovo. Dopo una colata di cioccolata sui nostri pensieri, torniamo a scovare posti intimi per innamorarsi a primavera. Il Monte dei Cappuccini è una collina che sorge a ridosso della città di Torino sulla riva destra del Po in prossimità del ponte di Piazza Vittorio.
In questi giorni è impossibile non sentire profumo di bacche di cacao tra le vie di Torino, vedere al posto delle case barocche tavolozze di cioccolato che segnano  i confini dei viali.
Ieri sera in anteprima nazionale al Romano, il Consiglio Regionale del Piemonte  ha trasmesso l'ultimo film dei fratelli Taviani " Cesare deve morire" e io ero lì rigorosamente seduta sul lato sinistro della sala come suggersice la mia amica Francesca Angeleri.